Seoi-nage

Seoi-nage (proiezione sopra la spalla)


Tori: Michele
Uke: Yas

Questa proiezione è un classico: si vede spesso nelle scene di lotta dei film d'azione. E' anche una delle prime tecniche fatte studiare ai principianti. Comunque la semplicità dei movimenti inganna: seoi-nage è molto più difficile di quello che sembra, richiede un perfetto equilibrio da parte di tori.

Come per molte tecniche l'azione di partenza è una rotazione (tai-sabaki) di tori mentre crea lo squilibrio (kuzushi) di uke.

1) Tori e uke in presa destra: Michele afferra per la manica il braccio destro di Yas con la mano sinistra e con la destra stringe il bavero sinistro.
2) Tori inzia a ruotare su sè stesso (tai-sabaki) avanzando il piede destro verso il destro di uke con le dita rivolte nello stesso verso mentre tira la manica destra verso l'alto e in avanti.
3) Durante il taisabaki tori lascia la presa al bavero per portare il braccio destro sotto il braccio sinistro di uke: il gomito destro di Michele andrà a chiudere e stringere il braccio destro di Yas proprio sotto l'ascella. In questo modo tori stabilisce il contatto braccio/spalla: seoi-nage è classificata come tecnica di mano-braccio (Te-waza)
4) Facendo perno sul piede destro, tori prosegue il tai-sabaki portando il piede sinistro tra quelli di uke e le anche contro il suo addome.
5) Una volta trovato il contatto pieno braccio/spalla, tori continua il tai-sabaki tori piegandosi in avanti caricando uke sul dorso.
6) Caricato Yas sul dorso, Michele lo proietta in avanti al di sopra delle spalle tirando con le braccia e spingendo con dorso e gambe.

 

Scrivi commento

Commenti: 0